L’origine

l’origine

dio, genesi, creazione, caino
Dio non è un pazzo che parla da solo.
con chi stava parlando.

“Dio disse: facciamo l’uomo, che sia la nostra immagine, conforme alla nostra somiglianza […]” (Genesi 1,26).

Forse, in un primo momento, non ci si fa neppure caso…

ma Dio stava parlando con qualcuno! Con chi? Si stava forse rivolgendo agli Elhoim ?

Altrimenti, perché usò il plurale?

O forse dobbiamo supporre che la frase in questione sia stata pronunciata dagli Elhoim stessi?

Il fatto è che l’autore del capitolo della Genesi in questione, nel testo originale, scrive:

“E Elhoim disse: […]” e non: “E El disse: […]”.

Usò il plurale: la parola plurale Elhoim : אלחים.

La parola Elhoim è un termine ebraico plurale ( אלחים ) che non significa Dio,

ma Dèi, essendo il plurale della parola El o Elhoa, che è il vocabolo usato per Dio.

Questo termine, plurale di EL, sembrerebbe addirittura richiamare un certo collegamento con l’ENLIL sumerico.

La parola “Dio ” – da Deus in latino – ha radice indo-europea dalla parola Deiwos, e significa celeste, o luminoso.

Nella Bibbia, in realtà, Dio viene chiamato con molti nomi:

JHWH, YHVH, Elohim, El, El Elyon, El Saddai, Adonay

In ogni caso, gli “Elohim” biblici non erano assolutamente creature divine (Apocalisse 22,8/9). Essi vennero creati(Ebrei 1,5) e identificati come figli di Dio (Giobbe 1,6; 29,1; 89,7), ma solo in senso lato. Jahweh comandò a Mosè di foggiare due “cherubini” d’oro sopra il coperchio dell’Arca dell’Alleanza (Esodo 25,18): probabilmente furono scelti anche in quanto oggetto non di culto (Esodo 20,4), ma – come vedremo più avanti – la scelta delle due “figure alate contrapposte” non fu solo “a scopo decorativo”.

Da molti versetti biblici salta agli occhi che Jahweh non volesse assolutamente che gli Elohim fossero scambiati per divinità, tanto più che – per evitare che gli ebrei fossero indotti ad adorarli – lo sottolineò spesso:

“Io sono Jahweh, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla condizione di schiavitù: non avrai altri dèi di fronte a me” (Esodo 20,2/3);

“Vedete che solo io sono Dio e che non c’è altro Dio accanto a me” (Deuteronomio 32,39);

“Prima di me non fu formato alcun Dio e dopo di me non ne sarà formato alcuno” (Isaia 43,10);

“Sono io Jahweh che ho fatto tutto, e che da solo ho spiegato i cieli e disteso la terra, senza che ci fosse alcuno con me” (Isaia 44,24);

“Io sono Jahweh e non c’è alcun altro; fuori di me non c’è Dio” (Isaia 45,5);

“Io sono l’ Eterno e non c’è nessun altro Dio fuori di Me”(Isaia 45,22); “Io sono l’ Eterno e nessuno è simile a Me”(Isaia 46,9).

La Bibbia è un insieme di racconti “approvati” e messi insieme. Altri documenti, di epoca precedente, sono andati perduti o magari eliminati apposta; la loro esistenza è però inconfutabile, per il fatto che se ne parla in altre fonti. Vorrei citarne solo uno per tutti, perché, almeno dal titolo, secondo me doveva essere di sconcertante interesse. Si tratta del “Libro delle guerre di Jahweh”. Alcuni capitoli della Bibbia, invece, appaiono assolutamente leggendari, e contengono spesso riferimenti ad antichi miti: 1) Il Libro della posterità di Adamo (Genesi V,1) – 2) Il libro di Jahweh (Isaia 34, 16) – 3) Cronache dei figli di Levi – 4) Gli Atti di Salomone – 5) Il libro della Genealogia.

Altri capitoli contengono brani che rivelano la presenza di un’astronave, che l’autore ha cercato di descrivere con ingenuità.

1. Ezechiele: “Le ruote e la loro struttura erano splendenti come il topazio.

Tutt’e quattro avevano forma identica: apparivano, nella loro struttura, come se una ruota fosse nell’ altra.” (1,16)
2. Esodo: “Durante il giorno, infatti, la nube di Jahweh stava sulla Dimora e durante la notte c’era un fuoco, visibile a tutta la casa di Israele in tutti i loro spostamenti!” (40,38)
3. Numeri: “La nube coprì la Dimora, la Tenda della Testimonianza, e restò dalla sera fino al mattino sulla Dimora sotto forma di fuoco.” (9,15)
4. 2° libro dei Re: “ […] stando Jahweh per sollevare in cielo Elia in un turbine […] (2,1) – […] ecco un carro di fuoco e cavalli di fuoco si interposero fra di loro ed Elia salì in cielo nel turbine. (2,11)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...